Pillole di coaching

Ecco i proiettili che paralizzano la tua scalata al successo atletico – e come puoi attrezzarti per renderti IMMUNE alle sparatorie celebrali!

By 21 Aprile, 2016 23 Maggio, 2019 No Comments

“È inutile: non importa quanto io mi sforzi … non importa quanti sacrifici io faccia … per quanto io mi impegni, sembra che non riesca a fare più di così. Possibile che sia DAVVERO questo il mio limite?”

Di la verità. Quante volte una pallottola d’acciaio e scoraggiamento simile a questa, ha perforato il tuo spirito agonistico e si è insediata nei tuoi pensieri?

Eh si. Riflessioni come questa sono dei veri e propri proiettili che ti si piantano nella spina dorsale e paralizzano il miglioramento delle tue performance sportive.

E quando viene premuto il grilletto … è già tardi. Bastano veramente pochi attimi per innescare un processo di decadimento mentale – e di conseguenza, fisico.

Quali sono i principali sintomi?

  • Scoraggiamento.
  • Depressione.
  • Sconforto.
  • Demoralizzazione.

Queste quattro sensazioni, da sole bastano per distruggere tutto ciò che hai raggiunto fino ad oggi.

Le tue performance tutto ad un tratto – nel migliore dei casi –smettono di incrementare.

Nel peggiore … peggiorano!

La tua forza di volontà viene letteralmente schiacciata dalla mancanza di miglioramenti. La tua voglia di ammazzarti dalla fatica si affievolisce di giorno in giorno. Dopotutto, chi te lo fa fare di continuare a spingerti al limite … se … non sei più in grado di ottenere i risultati che desideri?

Prima non riesci a migliorare i tuoi risultati a livello sportivo … non credi di poter sopportare lo stress dovuto alla tensione della gara o della sfida per cui ti stai allenando…

Pensi di non essere in grado di raggiungere gli obiettivi che avevi definito.

Che tu ci creda o no, a questo tipo di pensieri, il corpo reagisce di conseguenza. Hai capito bene. La mente condiziona il fisico. Anche la tua.

Come reagisce? Male. La tua mente comincia a costruire degli ostacoli nel tuo percorso atletico, che se non vengono superati subito … rischiano di trasformarsi in muraglie gigantesche – che non potrai più superare da solo, ed oscureranno per sempre la tua carriera sportiva.

E otterrai delle performance decisamente frenate da questi ostacoli che tu stesso hai piantato.

Arriverai alla conclusione che, nonostante quello che credi essere il tuo “massimo impegno”, prestazioni migliori di quelle attuali non riuscirai MAI ad ottenerle.

Potresti anche arrivare ad “appendere i guanti al chiodo”. O le scarpette. Gli sci, il bilanciere, il costume … insomma, ci siamo capiti.

Che cosa puoi fare per superare questi momenti … e ancora meglio … prevenirli?

Devi assolutamente sapere contro chi devi combattere, per estrarre chirurgicamente quelle pallottole dalla tua schiena e tornare a superare i tuoi risultati – una seduta di allenamento dopo l’altra.

Hai bisogno di sconfiggere il nemico numero uno che trama alle tue spalle e che ti impedisce di raggiungere i veri risultati – per i quali sei stato programmato fin dalla nascita.

E il nemico che stai fronteggiando … è (ancora) invisibile ai tuoi occhi. Quando ti allenerai con una costanza sovrumana, ma non riuscirai a raggiungere l’obiettivo che avevi programmato … un proiettile di frustrazione verrà sparato alle tue spalle.

Comincerai a dubitare delle tue capacità. Hai davvero raggiunto il tuo limite? Ti convincerai che non puoi fare di meglio? … BANG.

Un altro proiettile demotivante.

E potrei continuare per delle ore intere … il caricatore delle negatività non conosce limiti.

E, probabilmente, ad oggi, non possiedi un kit medico che ti permetta di rimuovere immediatamente questi proiettili, continuare a migliorare giorno dopo giorno le tue performance atletiche e raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato.

Ti piacerebbe sapere chi è questo nemico?

Tu sei il primo nemico che devi sconfiggere per non rimanere vittima … di te stesso.

Immagina una tua copia che ti segue ovunque. Ed ha una calibro 9 in tasca.

Puoi decidere che questo clone ti sostenga durante i tuoi allenamenti … che ti faccia superare le difficoltà che quotidianamente ti si parano contro … che alimenti la tua determinazione.

Oppure …

… puoi lasciare che impugni la calibro 9, ti spari un paio di colpi a tradimento e ti impedisca di superare i tuoi limiti e raggiungere il tuo massimo potenziale.

La buona notizia?

Sei nato con le capacità di controllare questo clone.

Quella cattiva, invece, è che provare a farlo senza una guida che conosca le modalità per controllarla … potrebbe rivelarsi addirittura dannoso – oltre che inutile.

Adesso che sai contro chi puntare il dito, puoi fare in modo di contrastarlo e avere la meglio su di “lui”.

Prima di continuare, ci tengo a precisare un particolare. Non sono una persona insensibile, che non capisce le sensazioni che magari stai provando.

Anzi. Le capisco molto bene. È proprio per questo che sto lavorando con un sacco di atleti, per aiutarli a superare queste muraglie che sembrano aver gettato l’oscurità sulla loro carriera agonistica. (leggi alcune loro testimonianze qui)

Quello che voglio dire è che capisco perfettamente la tua paura di non poter raggiungere il tuo massimo potenziale. È una paura giustificata.

E’ giustificata perché probabilmente NESSUNO ti ha mai insegnato come sbloccare definitivamente il tuo massimo potenziale.

Non è una cosa che insegnano alle elementari. E neanche il tuo allenatore o il tuo “mister” può insegnartela.

Tu puoi aiutarti dal punto di vista fisico. Lui può aiutarti dal punto di vista tecnico. Io posso aiutarti sotto l’aspetto che spesso viene messo da parte, solo perché non è fisicamente concepibile: quello mentale.

Non puoi sottomettere il clone alle tue spalle con la forza, ne tanto meno con la tecnica.

Perché?

Perché è un tuo clone. È fisicamente forte almeno quanto te. E non puoi impedire che faccia fuoco durante le dure prove fisiche alle quali sei sottoposto periodicamente … a meno che … tu non sappia come mantenere un controllo mentale in grado di influenzare positivamente le azioni del tuo clone.

Ed io ho intenzione di guidarti passo dopo passo verso la conoscenza finale, che ti permetterà di respingere eventuali proiettili frustranti proprio come Neo, il prescelto, respinge i proiettili in Matrix.

E non è tutto.

Grazie all’allenamento mentale che ho progettato per te, libererai le tue prestazioni dalle trappole mentali che avevi creato in precedenza e sarai finalmente in grado di concentrarti al 100% sull’ottenimento dei tuoi risultati più importanti.

Riuscirai a percorrere quei 100 metri a corsa in 12 secondi, solleverai quei 130 chili di panca, percorrerai come un delfino quei 200 metri misti in piscina in meno di 2 minuti, farai il culo a quell’avversario di tennis che sembrava tanto imbattibile (magari perché, al contrario di te, conosceva ed applica già l’allenamento mentale… chissà).

Potrai fare tutto questo, se deciderai di padroneggiare l’abilità che solo io posso offrirti.

Quell’abilità che ti proietterà ad un livello irraggiungibile dai comuni atleti.

Sai bene che i momenti bui vanno e vengono. Il prossimo potrebbe essere domani.

Se deciderai di non fare niente, questa tua nuova consapevolezza di poter ottenere dei risultati mai visti prima … senza però raggiungerli … ti perseguiterà all’infinito.

Il grilletto della calibro 9 in mano al tuo clone verrà premuto. Ancora. E ancora…

E questa volta, il virus che queste pallottole rilasciano all’interno del tuo corpo, potrebbe essere tanto da far cadere al suolo il tuo agonismo e la tua voglia di competere con i tuoi avversari.

O peggio ancora … con te stesso.

Che cosa ha a che fare con te questo articolo?

Semplice.

Esiste una via nascosta alla maggior parte delle persone per far esplodere il vero potenziale nascosto dentro di te. Ed è conosciuta SOLO dai migliori. Dall’élite.

Se ti stai chiedendo perchè è conosciuta soltanto dai migliori, è presto detto.

Gli atleti professionisti di un certo calibro, possono permettersi un allenatore mentale (in inglese viene chiamato Mental Coach).

Probabilmente tu non pensi che ti sia utile ( o magari le mia coach sono un po’ troppo care per le tue tasche).

Per questo ho deciso di promuovere il sistema Sport Power Mind ad un prezzo accessibile a più persone.

Ma non a tutte.

Perché non tutte le persone sono pronte ad investire nel proprio successo. E queste sono proprio le persone con le quali non voglio avere a che fare.

Se pensi di non far parte di questa categoria di persone, quelle che preferiscono lasciarsi sopraffare da se stesse … ti offro la possibilità di entrare nel mondo dei veri sportivi.

Puoi finalmente afferrare questo giubbotto antiproiettili che, una volta indossato, disintegrerà per sempre eventuali pallottole precedentemente sparate … e … ti renderà immune alle sparatorie che avverranno in futuro all’interno della tua testa.

Altrimenti, puoi decidere di arrenderti. Ma se sei arrivato fino a qui, probabilmente non vuoi farlo oggi.

Se tutto questo ti ha fatto pensare soltanto che sarò soddisfatto, solo dopo che entrerai a far parte del mio gruppo di atleti mentalmente modificati … sei sulla strada sbagliata.

Questo tipo di soddisfazione non è nella mia natura. Così come la resa non è nella tua.

Il tuo giubbotto antiproiettili definitivo? Lo trovi QUI.

Clicca qui per lasciare la tua mail e ricevere 3 semplici metodi che ti permettono di gestire la paura e l’ansia da prestazione in meno di 10 minuti

Alla tua Vittoria!

Sport Power Mind

Sport Power Mind

Sport Power Mind è la forza di una squadra al servizio dell'atleta; un team di professionisti uniti tra loro dal medesimo obiettivo: liberare il potenziale degli atleti per massimizzare le loro prestazioni. Sport Power Mind utilizza, sia per la formazione, sia durante le sessioni di lavoro con gli atleti, un metodo di coaching unico e distintivo, frutto di studi ed esperienze maturati in anni di attività sul campo.

Lascia un commento a questo articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.