Pillole di coaching

La magia delle parole nello sport

By 8 Marzo, 2016 22 Maggio, 2019 No Comments

Quante volte ti sarà capitato, specialmente se non sei uno sportivo professionista, di vivere giornate in cui ti senti stanco, depresso, con le energie azzerate? Può essere che sul lavoro tu stia attraversando un periodo difficile, oppure ti trovi a ridosso di qualche esame universitario che ti sta facendo perdere le risorse migliori. In ogni caso il tuo stato fisico è in fase down e ogni attività che devi intraprendere, perfino il semplice salire le scale di casa, ti sembra un macigno difficile e pesante.

Poi, come per miracolo, accade una piccola meraviglia! Il cosiddetto switch, uno scatto che fa cambiare d’improvviso l’intera prospettiva energetica (e di conseguenza il tuo stato d’animo). Sul display del tuo smartphone compare un messaggio del tuo amico del tennis (o amica della palestra), dove ti scrive che ha prenotato un campo per le 20 della sera stessa. Visione positiva, entusiasmo, tossine che si liberano, sensazione di relax. Sorriso. Il corpo – che fino a pochi minuti prima era teso come una corda di violino – come per magia si ammorbidisce, non pesa più.

tennis service

Cos’è accaduto nella tua mente? Perché soltanto l’idea anticipatoria del gesto sportivo ha rappresentato l’elisir di tutti i mali? Nel tuo corpo, ma prima ancora a livello di pensiero, è successo un qualcosa che ogni mental coach dovrebbe ben conoscere. Un flusso che – se orientato nel modo giusto – consente a ogni atleta di recuperare energie come se bevesse la pozione magica di Asterix, o ingoiasse la nocciolina di SuperPippo.

Di fatto, grazie ad alcune parole lette sul telefonino, è cambiato il tuo stato d’animo al punto da non vedere l’ora di essere sul campo da tennis, con un’energia che fuoriesce dal petto dopo aver preparato la borsa alla velocità della luce. Internamente hai attivato un ricordo positivo connesso alla tua giovinezza, pieno di fervore e di trasporto passionale verso quel periodo della tua vita quando tutto era più leggero e le preoccupazioni minime rispetto a oggi.

L’energia, indirizzata dalla mente verso il tuo corpo, ti ha fatto ritornare esattamente in quello state di molti anni fa, quando associavi la passione e il divertimento a un gesto sportivo come quello di giocare a tennis. Com’eri in campo a quell’epoca? Senz’altro forte, coraggioso, quasi invincibile: scendevi a rete senza chiederti se era la cosa più giusta da fare, quali fossero i rischi reali, se la luce del sole ti avrebbe accecato o altre amenità del genere. Eri in sintonia reale mente-corpo, una perfetta macchina in grado di ottenere i migliori risultati da te stesso.

Tennis Nadal

Roberto Re, all’interno di Sport Power Mind, ritorna spesso sulla “magia” delle parole, sugli incantesimi che possono modificare il nostro umore e di conseguenza i nostri comportamenti. Proprio le parole che noi utilizziamo (o come nel caso precedente, abbiamo letto sul nostro telefonino) per descrivere la nostra esperienza, finiscono per diventare realmente la nostra esperienza.

Se aspiri a diventare un mental coach, o se da atleta desidereresti lavorare insieme a uno di loro, saprai bene che trasformando le tue parole potrai attenuare le sensazioni negative e amplificare d’impulso quelle positive. Le parole infatti producono reazioni che potremmo definire biochimiche, in quanto creano un vero e proprio effetto ipnotico. Approfondisci dunque questi temi e vedrai che lo stesso entusiasmo che ti genera la sola idea di una partita a tennis potrai crearlo su misura ogni volta che ne avrai bisogno!

Alessandro Dattilo

Alessandro Dattilo

Giornalista, storyteller, blogger, formatore, ghostwriter. Aiuta aziende e professionisti a raccontare la loro storia, a trasferirla sul web, a farla diventare un libro. Tiene seminari su Brand Journalism e Scrittura Efficace per il Business. Oggi è Senior Content Manager per Roberto Re Leadership School e Stand Out – The Personal Branding Company e docente del programma HRD – Da Manager a Leader. Fondatore di TorinoStorytelling e RomaStorytelling, ha scritto e parlato per quotidiani nazionali, network radiofonici e tv locali. Sul web ha lavorato come consulente editoriale e content manager per il Gruppo Enel, Ferrovie dello Stato, Treccani, Ferpi, Fastweb, Reale Mutua, Comin & Partners e molti altri. Per Mondadori ha pubblicato nel 2014 il libro "Scrittura Vincente", una guida pratica su come usare la parola scritta per raggiungere più facilmente i propri obiettivi in campo aziendale, commerciale, professionale.

Lascia un commento a questo articolo

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.